CHÒRA

La Piattaforma “Chòra” permette di creare e gestire soluzioni interattive che adottano Hologram, Virtual Reality (VR) e Augmented Reality (AR), per mettere a disposizioni dell’utente finale, attraverso l’utilizzo di differenti device, contenuti informativi, tecnici, promozionali, ecc., personalizzati per tipologia di imprese cliente (Manufacturing, Craft, Service, Food, Moda, cultura, turismo, Life Style, Beauty, Lusso e altro).

La Piattaforma “Chòra” è in grado di:

 

  • sostenere l’evoluzione della cultura della “corporate communication” da parte di Professional/ Manager di PMI clienti (Marketing/Brand Manager, Strategic Planner, Creativi, Marketing Consultant, Copywriter, PR Manager, HR Manager, Content Manager, Press Officer), al fine di promuovere l’immagine e il valore di servizi, prodotti e brand
  • applicare tecniche di “corporate storytelling”, integrate con soluzioni VR e AR, per la realizzazione di prodotti filmici e/o audiovisivi, per raccontare il chi, il come e il perché di un prodotto/servizio, richiamando i valori della Brand Identity e della Brand Image
  • arricchire la visuale osservata con informazioni supplementari digitali o contenuti complessi in grafica 3D, in modo che l’utente può vedere gli oggetti virtuali da più punti di vista e/o muoverli spazialmente e/o interagire con essi. Si pensi a titolo solo esemplificativo, ma non esaustivo:
    • alla creazione di soluzioni AR per far capire al consumatore finale di un’imprese cosa contenga una confezione senza aprirla, fornendo documentazione informativa (video, schede tecniche, immagini fotografiche, ecc.) sul prodotto incluso, su come funziona, sugli aspetti che lo caratterizzano, ecc.
    • all’animazione di un flyer/catalogo/manifesto, consentendo al consumatore finale di un’imprese di disporre, in relazione a ciascun oggetto selezionato, di una serie di informazioni aggiuntive (ad es.: inquadrando un televisore, l’utente è come se fosse davanti all’oggetto reale e può avere le informazioni relative alle dimensioni, alle tipologie di ingressi, agli accessori, ecc.)
    • all’assistenza a distanza sul montaggio di macchinari, utensileria e arredi, oppure al controllo di parti di un motore o di un impianto idraulico, elettrico o a gas, fornendo informazioni dettagliate, mostrate in overlay, rispetto ad ogni singola parte su cui si devono effettuare controlli/interventi, o videotutorial, che mostrano come un tecnico esegue in modo corretto le procedure di intervento sul macchinario
  •  capitalizzare il patrimonio aziendale, veicolando storie, valori, simboli, prodotti, processi produttivi propri del relativo Know How. In particolare, ciò potrà avvenire attraverso la realizzazione di:
    • Video Interattivi, che consentono l’interruzione della fruizione lineare grazie alla presenza di link, resi visibili da hotspot (aree sensibili al sistema di puntamento) che appaiono in sovrimpressione alle immagini per pochi secondi, consentendo al fruitore del filmato di trasformarsi da spettatore passivo a spettatore attivo e riflessivo, potendo decidere liberamente sia il proprio percorso di fruizione differenziato, sia di approfondire gli argomenti proposti accedendo alle risorse messe a sua disposizione (altri video, documentazioni in vari formati – doc, pdf, xlsx, jpeg/png – link a portali, file audio, ecc.)
    • Musei digitali d’impresa, con la ricostruzione in VR e AR dei luoghi espressione del patrimonio aziendale, mettendo a disposizione contenuti transmediali organizzati (testi, immagini, suoni, filmati, animazioni, ecc.) da rendere poi fruibili non solo sui diversi device (PC, Smartphone, Tablet), ma anche mediante postazioni fisse/mobili touch screen.
    •  promuovere e valorizzare il patrimonio culturale, in chiave anche di acceleratore turistico, consentendo di far vivere esperienze emozionali, trasformando la fruizione culturale in un’avventura multidimensionale, grazie anche all’applicazione di tecnologie in grado di trasformare oggetti di uso comune in oggetti sensibili “intelligenti”, che interagiscono con l’utente nel modo più naturale possibile. Si pensi a titolo solo esemplificativo, ma non esaustivo, alla possibilità di comunicare importanti informazioni ai visitatori di realtà museali e/o a cittadini che usufruiscono dei servizi delle pubbliche amministrazioni, attraverso una serie di oggetti che diventano parlanti e si materializzano in 3D con tutta la loro vitalità

La workstation, assemblati i diversi contenuti, prodotti anche in AR e/o in VR, personalizzati per ciascuna impresa cliente (prevedendo, ad esempio, la possibilità di inserire logo, contatti, principali social attivi, sito web, ecc.), li renderà disponibili in funzione di quanto condiviso con l’impresa cliente, consentendone la relativa visualizzazione attraverso:

 

  • App scaricabili su Smartphone e Tablet per IOS e Android
  • Web App in formato Html5
  • Soluzioni installate su Tavoli Interattivi Touch e/o Touch Wall e/o Schermi di proiezione dotati di cornici interattive Overlay Multi-Touch o Touch Foil

La Piattaforma “Chòra” dialoga inoltre con il sistema Microsoft HoloLens, visore dalle potenzialità infinite che consente, una volta indossato, di godere di un’esperienza unica, basata sull’immersività nella fruizione dei contenuti. Il sistema HoloLens permetterà di centrare alla perfezione gli ologrammi che appariranno sul visore e mappare l’ambiente circostante, mediante l’utilizzo di quattro distinte videocamere (due per ogni lato).

Grazie a tre movimenti fondamentali sarà possibile: con lo sguardo puntare gli oggetti, con un click del dito indice selezionarli, con alcuni gesti della mano richiamare il menù principale uscendo da qualsiasi applicativo aperto in precedenza, in modo tutto molto semplice e intuitivo.

 

L’interazione con il sistema Microsoft Hololens permetterà di realizzare soluzioni:

  • per le imprese

con particolare riferimento a quelle manifatturiere, grazie alle quali l’utente vedrà apparire intorno a sé oggetti 3D (ciascun oggetto potrà subire una rivoluzione di 360 gradi da parte dell’utente), che potrà cliccare per visualizzare la descrizione.

L’utente potrà, altresì, scegliere una categoria tra quelle previste dal sistema, condizione questa che faciliterà la navigazione delle diverse funzioni previste.

  • per i Musei, prevedendo:
  1. la visione semplice e intuitiva di una mappa, dove sono segnalate le opere e i servizi.
  2. la realizzazione di un catalogo di tutte le opere esposte, divise per Artista, periodo storico e corrente artistica. Le opere comunicano visivamente la loro descrizione e la tecnica usata.
  3. la possibilità di creare un percorso virtuale personalizzato, selezionando le opere e il periodo storico, al fine di evidenziare il percorso migliore di visita.

Il Sistema dispone inoltre di una soluzione demo, create, a titolo solo dimostrativo, per mostrare all’impresa cliente cosa è possibile realizzare con le funzionalità disponibili. In particolare, viene mostrato un Manuale Dinamico, creato per mostrare l’assemblaggio di più pezzi, con relativa descrizione e interattività. Questo permetterà all’utente, seguendo le istruzioni in tempo reale, di assemblare il prodotto.

 

Al manuale è correlato:

  • Il Test di Operatività, per far posizionare dei pezzi, senza avere a disposizione istruzioni, al fine di mettere alla prova l’elasticità mentale e la velocità di apprendimento da parte dell’utente.
  • Il Gaming, con l’assegnazione di punti da parte del sistema all’utente, che vedrà così aumentare la sua “Status Bar”, il cui avanzamento comporta premi, promozioni, ecc.

La demo dimostrativa permetterà all’impresa/ente cliente di comprendere la valenza del prodotto che può essere realizzato, in modo da fornire le specifiche tecniche e/o culturali necessarie per progettare una soluzione ad hoc, fruibile mediante il visore, in coerenza con il processo di produzione aziendale e/o la dimensione museale oggetto dell’intervento.

PROGETTAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE PER LO SVILUPPO MANAGERIALE